Alfabeto del bar...dalla M alla R

di drinKing

Dopo aver parlato prima di crusta, french press e gallone e poi di ice carving, kalte ente e latte, oggi vi presentiamo il terzo appuntamento con il nostro alfabeto del bar!

 

M come METAL POUR    

 

 

E’ un versatore utilizzato principalmente nell'American Bartending, consiste in un tappo dosatore con una base in caucciù che viene applicata nel collo delle bottiglie di spirits e una parte in acciaio inox che permette la fuoriuscita del liquido. Con il conteggio Free Pouring, il metal pour permette di ottenere un versaggio a mano libera rapido, preciso e spettacolare agli occhi del cliente. Il conteggio sopracitato ha come unità di misura di riferimento l’oncia, andremo a sostituire ad ogni quarto di oncia un numero contando in inglese (i numeri inglesi sono monosillabi quindi regolari fino al 6). Si inizia a contare, con ritmo costante, quando la bottiglia viene posizionata a ore 1 o 11 e si termina quando viene pronunciata la prima lettera dell’ultimo numero interessato (es. 1 ¼ oz “F” di Five). Una volta imparata la tecnica, l’azione diventa automatica e facile da ripetere. 

 

Once (Oz) Centilitri Conteggio
¼ 0,75 Bubble
½ 1,5 Two
¾ 2,25 Three
1 3 Four
1 ¼ 3,75 Five
1 ½ 4,5 Six
1 ¾ 5,25 SE-
2 6 -VEN

 

N come Nokogiri Ice Saw

 

La Nokogiri Ice Saw è un’attrezzatura tradizionale giapponese per l’intaglio del ghiaccio, si tratta di una sega in acciaio lunga 42cm con un’impugnatura in legno. Si racconta che in passato poter rinfrescare il proprio palato con il ghiaccio era un privilegio riservato solo all’aristrocrazia giapponese che non amava drink annacquati ma voleva mantenerne il sapore e l’estetica intatti il più a lungo possibile. L’utilizzo del ghiaccio come simbolo di potere è diventato poi una parte simbolica della miscelazione e dell’ospitalità in Giappone dove il bartender intaglia il ghiaccio da grandi blocchi per i propri ospiti.  Le scaglie di ghiaccio intagliate risultano molto limpide e vengono preferite nei servizi bar premium e vintage. 

 

O come Old Fashioned

 

Una tipologia di bicchiere ma anche un celebre e storico drink pre-dinner elencato fra i cocktail ufficiali IBA (International Bartenders Association). Ne esistono numerosissime varianti, la ricetta classica prevede: 4,5 cl di bourbon o rye whiskey, 2 gocce di angostura bitter, 1 zolletta di zucchero e 1 spruzzata di soda.Si narra che la prima volta che si parlò di Old Fashioned in merito a un cocktail a base di bourbon fu nel 19° secolo al Pendennis Club, un club per soli uomini di Louisville, Kentucky. Ogni anno, durante le prime due settimane di Giugno, la città Americana omaggia il cocktail e il bourbon con una serie di eventi esclusivi.

 

P come PEEL

 

In Inglese peel significa buccia ed è proprio quello che si intende con questa terminologia anche al banco bar. Utilizzata solitamente come guarnizione, viene realizzata con la buccia di limone.
Può essere confuso con il twist di limone che è una scorza di limone spruzzata nel drink e solitamente arrotolata; il lemon peel invece si differenzia dal twist di limone in quanto la scorza non viene spruzzata direttamente nel bicchiere ma viene fatta cadere all’interno dello stesso. Ciò permette di avere un’aromatizzazione più delicata con gli oli essenziali che rilasciano i loro aromi in maniera meno intensa.

 

R come REFILL

 

Questo termine, che si può tradurre dall’inglese con “ricarica” o “riempire di nuovo”, viene utilizzato per indicare quando si intende bere nuovamente lo stesso drink.
Non va confuso con “Free Refill” con il quale viene indicato, principalmente negli Stati Uniti, una modalità di servizio che prevede che il cliente possa riempire il suo bicchiere o tazza quante volte vuole con caffè e bibite sodate. Si narra che questa modalità sia nata in America già nel 1890 e rappresentava in pieno l’informalità americana oltre che una sfranata passione per il caffè. Ancora oggi il free refill è un ottimo modo per attirare clientela nelle catene di Food&Beverage ed è stata adottata anche da altri paesi oltre agli Stati Uniti.

  • #alfabetodelbar

    Condividi su




    Altri Articoli