5 locali a Bologna per un aperitivo speciale

di drinKing

Estate e caldo sono definitivamente arrivati anche quest’anno, portando la consueta voglia di uscire e trascorrere più tempo all’aperto in compagnia di amici o partner, magari facendo anche un po’ più tardi del solito. Se state cercando idee per nuovi posti dove fare aperitivo a Bologna, allora proviamo ad aiutarvi noi, consigliandovi cinque locali da provare assolutamente. Unico consiglio: avete la possibilità di provare cocktail noti e meno noti quindi per favore cercate di non chiedere uno spiritz!

 

 1. Pasticceria Gamberini

 

Dal 1907 la Pasticceria Gamberini conquista i bolognesi con la sua raffinatezza ed eleganza. Prima pasticceria della città e artefice di memorabili banchetti come quello per il film “Amici miei” di Monicelli, dal 2006 è stata inserita tra i “Locali Storici d’Italia”. L’aperitivo vede ogni giorno il bancone assortito con sempre nuove delicatessen, stuzzichini classici oltre ai vari assaggi di monoporzioni, fritti, tartine e finger food, tutto prodotto artigianalmente.
Durante l’anno vengono organizzate anche delle serate particolari come il “Giro del Mondo in 6 Serate” con buffet e bevande in abbinamento che seguono il tema specifico, come ad esempio caviale e vodka per la serata sulla Russia o i mini hamburger e la birra Lagunitas per quella sugli Stati Uniti. Gli ultimi due appuntamenti saranno il 20 settembre sulla Francia e il 4 ottobre sull’Australia.

 

2. CaBò

 

Eau de CaBò    ph: Margherita Marchioni

 

In piazza dei Tribunali ha aperto da qualche mese CaBò, locale composto da uno staff giovane e ambizioso.Su tutto il locale soffia forte il vento della Sardegna, dalle birre (ovviamente Ichnusa), alla bottigliera con gin e vermouth provenienti dall’isola, alla cucina. Nella drink list, oltre ai twist on classic, troverete anche le “Firme”, creazioni del barman come il Basilisco, una versione balsamica del Moscow Mule, o l’Eau de CaBò. Poi ci sono i “Drink degli amici”, tre ricette preparate da altrettanti barman della città e “L’ora del Vermouth” con scelta tra tre diversi vermouth in degustazione. Insieme al cocktail vengono servite tre tapas, in versione pesce, terra e vegetariana, oltre a carasau fritto, olive, mais secco o piccante.

 

3. Funtanir

 

Di fronte la storica Cineteca di Bologna c’è il Funtanir un locale che, come lasciano intendere il nome e i numerosi tubi presenti nell’arredamento interno, è creato all’interno di un ex magazzino idraulico. Il locale è aperto tutto il giorno, dalla colazione fino alla cena. Durante l’aperitivo in accompagnamento ai cocktail vengono serviti taglieri, hamburger, tartare e proposte vegetariane. La carta cocktail è il frutto dell’estro del barman e viene cambiata durante l’anno. Qualche anticipazione di quella invernale? “Bologna – Torino passando da Milano”, un after dinner con Amaro Montenegro, Vermouth di Torino ed un velluto aromatizzato agli agrumi e “Mediterraneo”: un cocktail con liquore allo zafferano, basilico e olio extra vergine. Adiacente al locale si trova l’accesso alle Funtanir Rooms, sei camere di design, ricavate dal vecchio magazzino, adibite a bed and breakfast.

 

4. Pastis

 

 

In una delle zone più frequentate, dietro al Mercato delle Erbe, si trova il Pastis. Il nome è quello del tipico aperitivo francese, che qui viene servito sia liscio che in miscelazione come, ad esempio, nello “Smooth sailing”, un cocktail che va giù tutto d'un fiato. Durante l’aperitivo vengono serviti in accompagnamento: taglieri, crostini e pinzimonio. Sicuramente da provare uno dei cocktail presenti tra i George’s Favourite, una lista di cocktail ideata da uno dei barman che lavora nel locale nato a New York.

 

5. Off Bologna – Idee urbane

 

 

Off Bologna più che un locale è un contenitore di idee. Durante tutto l’anno vengono organizzate tantissime iniziative: presentazioni di libri, mostre, concerti e persino spettacoli di Drag Queen. L’obiettivo è quello di offrire intrattenimento senza necessariamente dover tornare a casa tardi. L’aperitivo propone i cocktail internazionali affiancati da alcune creazioni che ruotano durante l’anno come il “Cocktail off”, a base di vodka, midori, pompelmo e pepe rosa.  Massima attenzione anche in cucina dove vengono utilizzati solo prodotti di stagione e i fornitori sono tutti i piccoli produttori della zona, scelti personalmente dal cuoco. E se vi fermate anche per cena potete provare la carbonara senza pasta!

  • #locali bologna
  • #aperitivo


    Condividi su




    Altri Articoli