Food Trend 2021

di Francesca Negri


Ogni anno il Whole Foods’ Trends Council, composto da più di 50 membri del team di Whole Foods Market, inclusi raccoglitori locali, acquirenti regionali e globali ed esperti culinari, stila una lista dei food trend che verranno nel nuovo anno alle porte. Le previsioni per il 2021 sono inevitabilmente influenzate dalla pandemia globale: le abitudini alimentari, gastronomiche e di acquisto sono cambiate con lo spettro del Covid-19. Abitudini di cui anche i ristoratori dovranno tenere conto.

Vediamo quindi cosa e come mangeremo nell’anno che verrà.

1. Il benessere è servito
Prosegue la tendenza, già rilevata nell’ultimo anno e mezzo, dei cosiddetti super food, soprattutto di probiotici, brodi e fermentati. I produttori stanno incorporando sempre di più nei loro preparati ingredienti funzionali come vitamina C, funghi e adattogeni in grado di migliorare il benessere psicofisico e di sostenere il sistema immunitario. Ingredienti che entreranno sempre di più anche nelle cucine di ristoranti, bar e pizzerie.

2. Colazione epica ogni giorno
A causa della pandemia, sempre più persone cucinano regolarmente a casa e la colazione, secondo gli esperti di marketing, rappresenta il pasto più importante della giornata nel capitolo di spesa di ogni singolo individuo. Whole Foods afferma che, anche in questo caso, ci sarà sempre più attenzione verso ciò che mangiamo al mattino, sempre in ottica salutistica e con un dilagare di alimenti vegani come le uova “vegetali”, le salsicce senza carne e le frittelle proteiche. Una tendenza da tenere ben presente se, ad esempio, il tuo locale consegna anche le colazioni a domicilio: potrebbe essere una proposta, quella della colazione healthy, che può fare la differenza.

3. Creatività piccante

Un’altra tendenza è la ricerca di nuove e piccanti interpretazioni degli alimenti, che si tratti della dispensa di casa o del menu di un ristorante o di un delivery. Una ricerca che concentra le sue preferenze soprattutto su pasta, riso e salse.

4. Caffè oltre la tazza
Whole Foods si aspetta che sempre più persone siano alla ricerca di prodotti al gusto di caffè, come barrette, muesli, frullati, yogurt, ma anche dessert e, perché no, piatti salati, come risotti e stufati. Il gusto caffè, insomma, sarà uno dei più ricercati in ogni occasione, quell’ingrediente da poter aggiungere alle proprie ricette per dare un tocco di originalità estremamente gourmand.

5. Cibo in borsetta

Da chi produce fino a chi fa take away, questa tendenza è da tenere bene a mente: avere un pasto “da borsetta” sarà una delle tendenze più forti dei prossimi anni, dove il packaging, oltre che il contenuto, giocherà un ruolo fondamentale. «Stiamo parlando – spiegano gli esperti di Whole Foods - di alimenti confezionati e cucinati in modo tale da poter essere consumati in movimento». Specchio di una società che, nell’era post-Covid, tornerà ai suoi ritmi frenetici di un tempo.

6. Alimenti riciclati
Sempre più aziende alimentari sono alla ricerca di modi per affrontare lo spreco alimentare, un movimento che coinvolge anche chef e ristoratori di tutto il mondo. Non solo cucina degli avanzi, ma anche degli scarti, come le bucce delle patate, che possono diventare ottimi snack croccanti. L’imperativo è uno solo: non buttare via niente.

7. Cambio dell'olio

Ci si aspetta che l'olio extravergine di oliva abbia sempre più competitor nel 2021: oli provenienti da materie prime diverse dall’oliva, come ad esempio i semi di zucca, e soprattutto oli aromatizzati in grado di conferire alle varie preparazioni sapori unici quanto le loro proprietà.

8. Hard Seltzer e Kombucha alcolico

Nel 2019 hanno spopolato negli Stati Uniti e ora si apprestano a diventare di gran moda anche nel resto del mondo. Stiamo parlando degli Hard Seltzer, nuova tipologia di drink che mischia tre richieste di mercato: poche calorie, una maggior apertura verso i gusti amari e la voglia di novità. L’idea di base è semplice: si prende dell’acqua di Seltz – gasata e aromatizzata con una combinazione particolare di aromi, da non confondere con la tonica – e la si unisce a una componente alcolica. La gradazione alcolica rimane sempre tra il 4% e il 6%, come una birra leggera, e il sapore può variare a seconda della ricetta messa a punto dal produttore. Assieme agli Hard Seltzer, pare che arriverà anche Kombucha alcolico, senza glutine, super frizzante e ricco di colture probiotiche vive.

9. Ceci power

Il 2021 sarà anche l’anno dei ceci, declinati in tutti i modi possibili: dalla farina al tofu di ceci, dai cereali di ceci fino al gelato. Un legume dalla grande versatilità che può entrare sempre più a pieno titolo anche nella cucina gourmet e in preparazioni pop come la pizza e le tortillas messicane. La cucina italiana è piena di ricette tipiche a base di ceci, basterà rispolverarle e magari reinterpretarle tra i fornelli del proprio ristorante, e il gioco è fatto.

10. Frutta e verdura disidratati

Ultimo trend, che potremo vedere protagonista anche all’ora dell’aperitivo: la frutta e la verdura disidratate. Nel 2021 prenderanno sempre più piede, per un nuovo modo di gustare due ingredienti fondamentali della dieta giornaliera. Anche in questo caso, le declinazioni e gli utilizzi sono infiniti, basta metterci un po’ di fantasia.

  • #food trend





    Altri Articoli